Messaggio di S.A.R il principe Amedeo di Savoia del 25 dicembre 2016

Italiani!

mi rivolgo a Voi per augurarvi innanzi tutto ogni bene per le festività del Santo Natale e dell’inizio del nuovo anno.

Desidero rendere omaggio al sacrificio e alla memoria di tutti coloro che  – in questo 2016 – sono stati vittime  di disastrosi  eventi naturali, di violenza criminale e terroristica, di incidenti sul lavoro; e rivolgere il mio pensiero ai nostri militari che tutelano la pace nelle missioni all’estero ed alle Forze dell’ordine che lo fanno in Patria.  Desidero esprimere la mia angoscia per la persecuzione patita dai Cristiani in tanti paesi dove domina, purtroppo incontrastata, una barbara intolleranza.

Sottolineo  la mia viva, sentita solidarietà a coloro che sono  più deboli e  più indifesi di fronte alla povertà, all’ insicurezza, all’incertezza del futuro;   a coloro cioè che maggiormente subiscono le conseguenze di quella grande e grave  crisi istituzionale, politica, economica e sociale attraversata dal nostro paese in un quadro internazionale molto, molto preoccupante.

Desidero – proprio in relazione a questa crisi – richiamare l’attenzione di ciascuno e di tutti sul fatto che studiosi, intellettuali, politici – senza distinzione di parte – si interroghino, sempre più approfonditamente, sulle motivazioni  e sulle conseguenze della  diffusa difficoltà delle classi dirigenti, nella politica e nell’economia, ad essere leali ed efficaci  interpreti degli interessi legittimi dei cittadini; chi mettendo addirittura in discussione la validità del sistema rappresentativo, chi  individuando – invece – nelle nuove tecnologie uno strumento capace di influenzare e stravolgere la volontà popolare.

Qualunque risposta si voglia dare a questi interrogativi, risulta comunque chiaro  che – come non mi stancherò mai di ripetere – senza uno Stato al di sopra delle parti, punto

di riferimento di singoli e di gruppi, non c’è “governo”, non ci sono riforme, non c’è equità, non c’è giustizia. Con mio figlio Aimone, siamo e saremo sempre a disposizione per riprendere insieme il cammino verso l’avvenire.

A tutti voi ed alle vostre famiglie l’augurio di un sereno 2017.

Amedeo di Savoia

da Castiglion Fibocchi, 25 dicembre 2016

Potrebbero interessarti anche...